logo-PD-PRATO-500px
,

MATTEO BIFFONI CANDIDATO ALLE AMMINISTRATIVE. DOMANI L'ASSEMBLEA PROVINCIALE A COIANO

22.01.2014
“Nell’assemblea di giovedì 23 gennaio approveremo l’organismo che si occuperà dell’organizzazione delle primarie di coalizione. Da quel momento chi della coalizione di centrosinistra intenderà presentare una candidatura potrà farlo. Noi come Partito Democratico puntiamo su Matteo Biffoni che rappresenta la volontà unitaria del partito”. Queste le parole del segretario provinciale del Pd pratese Gabriele Bosi, nella relazione di apertura della direzione provinciale che si è tenuta ieri sera nella sede di via Carraia. “In questa fase il centrodestra dà chiari segni di incertezza e di frammentazione. Noi ci siamo mossi nella direzione opposta scegliendo di lavorare ad un confronto aperto e franco per ricostruire un’alleanza politica tra i partiti di centrosinistra”. “Il nostro lavoro dovrà ora concentrarsi e proiettarsi verso l’esterno portandoci ad interloquire con chi sta fuori e con tutti quei cittadini con i quali, per vari motivi, abbiamo avuto problemi di relazione – ha aggiunto Bosi – e per concretizzare tutto questo al meglio abbiamo in cantiere un grande evento programmatico che vuole coinvolgere tutta la città”.
“La candidatura di Matteo Biffoni non è frutto né di un’imposizione dall’alto né di acclamazione, ma nasce in un contesto coltivato da tutto il Pd pratese, un partito che vuole andare oltre le divisioni del passato e investire su una candidatura che sappia parlare a tutta la città per proporre un progetto di governo che parli al futuro del nostro territorio”. “Ho avuto modo di incontrare Simone Tripodi e, come non ha mancato di ribadire pubblicamente negli scorsi giorni, si è detto disponibile ad un ragionamento programmatico con Matteo Biffoni per valutare una collaborazione unitaria”.

Al termine della relazione di introduzione del segretario è intervenuto Matteo Biffoni. “Questa candidatura non è soltanto mia, ma nostra. Quello che chiedo a tutti voi – ha detto Biffoni rivolgendosi alla direzione – è di sentirvi protagonisti di questo percorso fin da subito, perché senza uno sforzo collettivo niente è scontato. Fondamentali da oggi in poi i momenti di approfondimento di idee e proposte che dovranno coinvolgere tutti voi. Non è fatta, il lavoro parte adesso”.

Ultimi articoli
Ricorda

Ultimi eventi