logo-PD-PRATO-500px
,

Mario Becchi ci ha lasciato: un grande dolore per tutto il PD Prato

Tutto il Partito Democratico di Prato si stringe attorno alla famiglia di Mario Becchi, che ci ha lasciato ieri mattina all’età di 88 anni. Un uomo che fa parte a tutti gli effetti della storia della nostra città, che ha assistito a uno dei momenti più tragici di Prato: l’eccidio dei 29 Martiri di Figline ad opera dei tedeschi in ritirata il 6 settembre 1944.

Figlinese, storico militante del partito comunista, è stato per numerosi mandati consigliere di quartiere e poi della circoscrizione nord. Proveniva da una famiglia autenticamente antifascista, il fratello Vinicio è stato uno dei pochi partigiani della Brigata Bogardo Buricchi a salvarsi dall’eccidio di Figline.
Il tragico episodio avvenuto il 6 settembre 1944, con l’uccisione dei 29 partigiani da parte delle truppe tedesche, ha colpito in maniera indelebile la vita di Mario Becchi e della moglie Lina, una delle ultime testimoni dirette di quell’eccidio. Allora Mario aveva quindici anni e fu lui, assieme ad altri paesani, a togliere le corde dal collo dei partigiani impiccati e a dare loro una degna sepoltura.
Del partito comunista fu militante appassionato e tra i più noti di Figline, tanto che divenne ben presto punto di riferimento per il paese. Con i fratelli Floris e Vinicio fu tra i fondatori della casa del popolo.

Mario Becchi sarà ricordato oggi, sabato 9 dicembre, con un funerale civile. Alle ore 15 la salma sarà accompagnata da parenti e amici nel cimitero di Figline.

Ultimi articoli
Ricorda

Ultimi eventi