logo-PD-PRATO-500px
,

L'ASSEMBLEA DEL PD PRATO UFFICIALIZZA LA CANDIDATURA DI BIFFONI PRESIDENTE DELLA PROVINCIA

16.09.2014

L’Assemblea provinciale del Partito democratico di Prato, su proposta del Segretario Gabriele Bosi, ha indicato il Sindaco di Prato Matteo Biffoni come candidato a ricoprire il ruolo di Presidente della Provincia, in occasione delle elezioni che si terranno Domenica 12 Ottobre. “Una proposta sostenuta da tutti i Sindaci della Provincia e dalle forze politiche che fanno parte delle maggioranze al governo nei nostri Comuni”, ha detto Gabriele Bosi. “Riteniamo che la candidatura di Biffoni sia quella più efficace, anche per il ruolo rilevante che il Comune di Prato esercita a livello provinciale. Biffoni lavorerà in squadra con i Sindaci della Provincia, rafforzando i rapporti, come del resto ha già iniziato a fare in qualità di Sindaco di Prato, con la futura Città metropolitana di Firenze, la Regione e il Governo nazionale. La nuova Provincia, ente di secondo livello, avrà compiti rilevanti, tra i quali la cura dell’assetto idrogeologico del territorio, il sistema scolastico, il trasporto pubblico; per questo il nuovo Presidente dovrà avvalersi della collaborazione che i Sindaci e i componenti del nuovo Consiglio provinciale non faranno mancare nel portare avanti le migliori politiche per la nostra realtà locale”.

Durante i suoi lavori, l’Assemblea ha inoltre approvato la lista dei candidati per il Consiglio provinciale: ne faranno parte i Consiglieri provinciali uscenti Emanuele Pacini (indicato come rappresentante da parte dei Comuni della Vallata), l’ex Capogruppo Emiliano Citarella e Giulia Anichini; i Consiglieri comunali di Montemurlo, Alberto Vignoli e Federica Palanghi; Tommaso Bertini, di Poggio a Caiano, in rappresentanza dell’area del Montalbano; Paola Tassi, Gabriele Alberti, Filippo De Rienzo e Claudia Longobardi per il Comune di Prato.
“Per comporre la nostra lista abbiamo tenuto conto dei criteri di esperienza, chiedendo la disponibilità per la candidatura ad alcuni componenti del Consiglio provinciale uscente, di rinnovamento generazionale e, soprattutto, di rappresentanza territoriale: vogliamo che tutti i territori siano adeguatamente rappresentanti nel nuovo Consiglio che si verrà a formare. La lista sarà appoggiata dalle Amministrazioni comunali e dalle maggioranze di Centrosinistra che governano nei nostri Comuni”.
Ultimi articoli
Ricorda

Ultimi eventi