logo-PD-PRATO-500px

Il Pd di Prato cresce: +17,92% degli iscritti nel 2020

Cresce in modo significativo il tesseramento del Partito democratico di Prato, certificato ieri dalla propria Commissione di Garanzia: nel 2020 sono 1.790 gli iscritti, contro ai 1.518 del 2019: un aumento del 17,92%.

“Sono molto soddisfatto di questo dato”, dichiara il Segretario provinciale Gabriele Bosi. “E’ la risposta migliore a chi accusa il Pd di essere debole sul territorio. Quello dell’ultimo tesseramento è un dato importante, che conferma il nostro essere un Partito forte, radicato e aperto. Mi risulta che questo dato sia unico a livello regionale”.

In particolare si sono registrati tanti nuovi iscritti, 390, e anche tanti recuperi di ex iscritti, 133. Di contro, i rifiuti sono stati solo 54. Importante il dato degli iscritti sotto i trent’anni: 255.
“Questo dato segue il risultato importante che abbiamo registrato alle ultime elezioni regionali, il secondo per importanza a livello toscano”, continua Bosi. “Il Pd funziona se lavora come una comunità, in cui tutti possono dare un contributo per portare avanti le nostre idee e i nostri programmi. Non esiste un Pd degli amministratori e un Pd degli iscritti: esiste una sola comunità politica che condivide idee e proposte e lavora insieme per trasformarle in atti concreti. Unità è ciò che principalmente ci chiede la nostra base”.

“L’ottimo risultato ottenuto alla chiusura del tesseramento del Pd Pratese”, commenta il Coordinatore Marco Martini, “dimostra la concretezza e l’attualità delle idee e dei valori del nostro Partito. La presenza di tanti giovani fra i nuovi iscritti fa ben sperare per la valorizzazione e l’inclusione giovanile nella vita politica, economica e sociale del Paese. Dobbiamo ringraziare l’impegno di tutte le componenti del Partito e dell’organizzazione interna che hanno consentito di raggiungere questo importante risultato. Sta ora a tutti noi iscritti promuovere un Partito aperto a tutti e presente sul nostro territorio che deve essere sempre consultato nelle scelte, per far tornare la politica ad essere uno strumento di servizio delle comunità ed i nostri Circoli devono essere sempre di più luogo di scambio e di confronto con tutte le componenti della società”.

“Ringrazio tutti i nostri Segretari di Circolo che hanno lavorato in un anno sicuramente difficile”, conclude il Responsabile organizzazione Lorenzo Tinagli. “Ora dobbiamo impegnarci a confermare questa crescita e se possibile aumentarla per il 2021. La prossima sfida è quella delle elezioni di Carmignano: tutti ci impegneremo per la conferma del Sindaco Edoardo Prestanti”.

Ultimi articoli
Ricorda

Ultimi eventi