logo-PD-PRATO-500px
,

BOSI: "POSTI LETTO, CURE INTERMEDIE, CENTRALITA' DI PRATO NELL'AREA VASTA: I NOSTRI OBIETTIVI SULLE POLITICHE SANITARIE

16.04.2015

“Cure intermedie, posti letto, maggiori risorse su Prato, un ruolo da protagonista della nostra Provincia: sono le priorità in materia di politiche sanitarie che il Partito democratico pratese ha inserito nel proprio programma elettorale in vista delle elezioni regionali; obiettivi che porteremo avanti con il sostegno dei nostri candidati e che vogliamo affermare nel nuovo governo delle Regione Toscana. La Funzione pubblica della Cgil di Prato sottolinea alcune criticità del sistema sanitario locale che il Pd di Prato e questa Amministrazione comunale hanno ben presente, avendone discusso in più occasioni direttamente con il governo della Regione Toscana. Riteniamo che sia urgente, in particolare, realizzare quel sistema di cure intermedie che possa completare l’offerta del sistema sanitario pratese attraverso la realizzazione di più posti letto per le cure intermedie e una “Casa della salute”, capace di offrire servizi alternativi al Pronto soccorso e alla degenza in ospedale”. Questa la dichiarazione del segretario provinciale del Partito Democratico Gabriele Bosi. “Nonostante la riduzione di risorse che le istituzioni pubbliche stanno affrontando a tutti i livelli, ritengo positivo l’investimento di tre milioni e mezzo che l’Assessore Marroni ha confermato per la sanità pratese. Sarà inoltre necessario

ridiscutere la quota capitaria prevista per il nostro territorio, quota che ci vede agli ultimi posti nella classifica delle Provincie toscane. Infine, crediamo che Prato debba essere protagonista nella riorganizzazione del sistema delle Asl voluta dal Presidente Rossi; riforma che può rappresentare un’opportunità per rendere più efficiente il sistema sanitario regionale- conclude il segretario – ma che deve vedere Prato contare di più, candidandosi come punto di riferimento per tutta l’area vasta nei settori nei quali abbiamo capacità e competenze da offrire e avendo un’adeguata rappresentanza nella futura dirigenza Asl”.

Ultimi articoli
Ricorda

Ultimi eventi